Tag Archives: epomeo

I cinque raggi

28042010267

Oggi 21 luglio sono state attivate le cinque sorgenti energetiche ischitane. Da ognuna di queste sorgenti sgorga un flusso di energia purissima che ha iniziato a lavorare sull’ intero pianeta. Si è sempre parlato di un rinnovamento energetico in concomitanza con l’ avvento della nuova Era. Tutto sarebbe partito dall’ Italia. Sappiate che quel luogo sottinteso è Ischia! Una fonte di energia ci viene data dai nostri Fratelli che dal sottosuolo scaturisce nel nostro mondo grazie alla nostra isola. Quì il fascio energetico viene riprogrammato ed emesso dalle cinque sorgenti isolane. Chi è in grado di percepire avrà già avvertito le nuove energie che stanno avvolgendo il pianeta. Tutto, a partire dall’ isola, sarà collegato a livello sottile con tutto ciò che vive. Piante, animali, uomini. Tutto stà diventando una sola entità sottile. Iniziamo a collegarci ad esse dedicando parte della nostra giornata a camminare scalzi. Non vene pentirete. Non importa se non avvertite nulla. Le energie stanno già lavorando ed in breve porteranno a compimento la griglia energetica globale. I vostri cuori verranno protetti e purificati, purissime energie stanno già lavorando su di essi. Fermatevi e soffermatevi lì dove siete sulle bellezze del luogo in cui vivete, Ischia. Svegliatevi da questo sonno. Ringraziate questa sacra terra. Vedrete che nel vostro essere si ridesterà la consapevolezza dell’ essere parte integrante di questo meraviglioso progetto a cui siamo tutti invitati a partecipare.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

Associazione culturale “Luce e Verità”

 

130710014.jpg

 

 

 

Siamo felici di informare tutti i nostri lettori che finalmente nasce “Luce e Verità”, un’associazione culturale il cui scopo primario sarà la promozione di un turismo esoterico incentrato sulla consapevolezza di vivere su di un’isola “sacra” ovvero Ischia. Le basi su cui poggerà tutto ciò saranno consolidate da un amore incondizionato verso questa nostra terra, che non smette di infondere in noi che vi abitiamo Amore incondizionato e trasmettere ad anime degne quell’ influsso che la rende unica al mondo. Ebbene Luce e Verità vuole essere un faro, in primis per l’isolano ed a seguire per il turista che, in cerca del proprio posto nell’ Universo, arriva ad Ischia smarrito nel non trovare alcunché a cui appoggiarsi; smarrito e disorientato alla ricerca delle Energie che lo chiamarono sul nostro suolo. Verranno diffuse le nostre origini e le nostre tradizioni ed incoraggiati gli studi e le ricerche dei nostri associati; Essi saranno l’anima dell’Associazione e formeremo insieme un’unica entità senziente a favore della Luce e della sua diffusione. Fino ad oggi molto si è studiato e molto altro deve ancora essere fatto e saremo ben felici di farlo insieme ai nostri associati. Ischia è un’entità energetica sacra ricca di luoghi energetici che aspettano di essere conosciuti. Ma ciò avverrà solo a favore di coloro che vorranno aprire il proprio cuore e la propria mente. L’ Associazione sarà laica ed apolitica e sarà aperta a tutti coloro che vorranno lavorare a favore della Luce e dell’Amore. Per il momento è nata ufficialmente ma grazie all’ aiuto di tutti crescerà fino ai limiti che il “destino” vorrà imporgli. Sicuramente necessiteremo di cooperazioni in ogni campo ma sappiate fin da subito, o voi squali della moneta, che l’Associazione non collaborerà con coloro che non rispetteranno in primis l’isola ed il suo territorio, la sua fauna e la sua natura ed in generale la sua bellezza naturalistica. Attività commerciali veramente amanti dell’isola ci sono e prenderemo in considerazione con chi cooperare. Fino ad ora Ischia, a causa di una pessima gestione, è stata sorda ai richiami di coloro che vennero (e continuano a farlo) in cerca delle sue Energie. Sempre costretti ad arrangiarsi. Ebbene ora l’Associazione rivestirà il ruolo di ospite e siamo fieri di farlo proponendo al turista qualcosa di unico come la Terra che visiterà. Non è nostra intenzione far divenire l’isola un luogo di guarigione ma, al contrario, far conoscere l’altra faccia di essa lasciandole l’ultima decisione! Da sempre è l’isola stessa che ha chiamato chi voleva accogliere e così sarà. L’Associazione promuoverà convegni, manifestazioni, pubblicazioni, studi, eventi olistici e quant’ altro rientrerà nelle proprie competenze. Per questo gli associati ricopriranno un ruolo di primaria importanza. Siamo a conoscenza che ad Ischia risiedono persone fantastiche ma costretti nell’ anonimato generale. E’ ora di far rinascere la nostra isola e lo faremo utilizzando le sue energie. Diremo basta ad un turismo scellerato ed ignorante altamente distruttivo.

Per qualsiasi informazione, in attesa di uno spazio web dedicato all’ Associazione, è possibile contattarci utilizzando la pagina facebook www.facebook.com/EpomeoFiglioDiAgarthi ed il presente blog www.epomeoagarthi.it

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , , , , , .

Nitrodi, l’ acqua che guarisce

background_3

 

Pochi mesi addietro ci siamo occupati, seppur superficialmente, dell’ aspetto esoterico dell’ acqua di Nitrodi proponendo ai nostri lettori uno stralcio di un dialogo avuto con diverse entità in merito. Ora, con questo articolo, vogliamo portare a compimento quanto accennato precedentemente e lo faremo donando al lettore il dialogo completo che portammo a termine in quell’ occasione. E’ doveroso però fare alcune precisazioni ovviamente senza “stancare” il lettore curioso sul tema che si siamo prefissati. Giulio Jasolino, che secondo la Treccani sarebbe nato tra il 1533 e il 1538, fu un insigne medico calabrese nativo di Monteleone Calabro che dedicò anni allo studio delle acque dell’ isola d’ Ischia valorizzandole e scoprendone di nuove egli stesso. Importante è ancora oggi il suo lavoro “De’ Rimedi naturali che sono nell’isola di Pithecusa hoggi detta Ischia” risalente al 1588 a tutt’ oggi reperibile in svariate edizioni. Interessante per noi è il seguente brano:

 ”Né voglio qui tacere un effetto, che l’acqua di Nitroli fa: ed è che ponendosi dentro, il lino, nello spazio di tre giorni al più, maturo, bianco e perfetto il rende, oltre alle altre qualità e virtù, che tiene salutifere ai corpi umani, da noi al suo luogo scritte: e per virtù di quella gli abitatori di Barano, sani, e lungamente vivono, le donne bellissime sono, poiché questo fonte così caldo scaturendo, non è altro che un bagno di acqua dolce, cotta dalla Natura giustamente: che le donne non solo bevendola, ma in essa i panni lavando, come bagno entrando la pigliano; per lo che così sani e belli si conservano”.

Jasolino passò parecchi anni ad Ischia al fine di portare a compimento le sue ricerche e dovette visitarla in lungo ed in largo visto che scoprì lui stesso nuove fonti d’ acqua. Tuttavia ciò che accadeva a Barano lo colpì a tal punto da voler riportare le sue considerazioni nel suo lavoro. Fantasia o realtà? A breve vedremo di dare una risposta. Ovviamente la fonte di Nitrodi o Nitroli era ben nota già ai suoi tempi. Basta soffermarsi su www.fonteninfenitrodi.com per apprendere che fu grazie ad una fortuita scoperta avvenuta nel 1759 che oggi siamo in possesso di qualche informazione storica in più su questa importante fonte. In quell’ anno vennero rinvenuti una serie di marmi votivi (ora conservati presso il Museo Nazionale di Napoli) grazie ai quali veniamo a conoscenza di numerosi nomi che seppero rendere omaggio alle ninfe dell’ acqua a guarigione. Sappiamo addirittura i nomi di due medici che giunsero presso la fonte insieme ai loro alunni e assistenti. Si parla di un arco temporale compreso tra il I secolo a. C. ed il III secolo d.C. Ma sappiamo da altre fonti che la sorgente era famosa per le sue guarigioni fin dall’ VIII secolo a.C. Addirittura in un “Dizionario di Alchimia e di chimica farmaceutica antiquaria” apprendiamo che l’ acqua di Nitrodi o Nitroli era ben conosciuta! Qui non ci dilungheremo oltre in argomenti già noti. Il “Le proprietà terapeutiche delle acque Nitrodi e Olmitello” a firma di Massimo Mancioli sarà più che sufficiente allo studioso qualora volesse approfondire le acque dal punto di vista scientifico. Ma passiamo all’ aspetto esoterico dell’ acqua di Nitrodi. Da quanto ne sappiamo, silenziosamente Ischia è sempre più una meta di persone particolari, dotate di una sensibilità fuori dal comune. Come se venissero attratte da un invisibile richiamo, queste persone si recano in luoghi dell’ isola ignorati dagli stessi ischitani. Silenziosamente fanno le loro esperienze e sempre silenziosamente ritornano da dove erano venuti. Possibile mai che la sacralità di questa nostra meravigliosa isola debba sfuggire agli stessi suoi abitanti? Sappiamo di persone che recatesi a Nitrodi non sono rimaste indifferenti alle energie dell’ acqua. Ma cosa si nasconde “realmente” in essa? E’ ciò che ci siamo domandati più volte. Le risposte sono arrivate da più entità di diversa natura. In primis le nostre guide a cui si sono affiancate anche guide di amici e conoscenti. Di seguito ciò che abbiamo appreso in merito:

 

D: Parlami dell’ acqua di Nitrodi

R: E’ l’ acqua usata per la pelle. Un tempo presso la sorgente era possibile ammirare una splendida scuola. La sacerdotessa era in grado di parlare con la Ninfa dell’ acqua. Grazie ad essa la sacerdotessa riceveva indicazioni su come curare grazie all’ acqua. In molti si recavano presso la scuola.

D: Puoi dirmi altro?

R: E’ buona per sciogliere i calcoli ed allungare la vita. Ha molte proprietà ma le più importanti sono: cura la pelle, lo stomaco e l’ intestino.

D: Per la pelle come va usata?

R: Bisogna immergersi al suo interno

D: Per vedersi allungare la vita come bisogna usarla?

R: Berla tutti i giorni

D: La leggenda dice che nei pressi della sorgente c’ era una scuola

R: Esatto

D: Cosa facevano?

R: Insegnavano a curare con l’ acqua

D: Come facevano a sapere quali qualità possedeva l’ acqua?

R: Grazie alle ninfe

D: Come comunicavano con le ninfe?

R: Grazie alle sacerdotesse. Non le vedevano ma le udivano e potevano parlarci. Alla scuola venivano ammesse solo sacerdotesse

D: Come facevano le sacerdotesse a fare ciò?

R: Grazie ad alcune erbe. Parliamo di rosmarino e timo. Così come la sibilla cumana ingeriva alloro le sacerdotesse dell’ acqua facevano ampio uso di queste erbe

D: Cosa succede all’ acqua quando la porto con me a casa?

R: Una ninfa segue l’ acqua. Essa trasmette le qualità dell’ acqua al tuo corpo. Voi potete trasformarla in acqua Diamante ma le sue qualità non cambiano. Sappiate però che voi avete a che fare con un’ entità vera e propria. Essa è stata voluta dai Fratelli ed il lavoro più importante che svolge è quello svolto sul chakra del cuore. Non pensate che la fonte sia abitata solo da ninfe. Altre entità abitano quei luoghi, ognuna con un proprio compito ma è dalla Terra che l’ acqua acquista le sue proprietà. L’ isola d’ Ischia è una terra sacra e sacre sono le sue acque. L’ acqua di Nitrodi è un acqua viva. Essere viva significa che particolari spiriti della natura hanno lavorato su di lei per farla sgorgare energeticamente carica ed in grado di curare. Ciò è possibile grazie ai Maestri della Terra. Tu pensi che non sia possibile allungare la vita con l’ acqua. Tuttavia l’ acqua è in grado di fare ciò grazie al lavoro continuo della sua Ninfa.

 

E’ chiaro che l’ acqua agirebbe grazie ad uno spirito elementale. In questo caso una ninfa. Un pomeriggio di non pochi giorni addietro prendemmo due litri di acqua di Nitrodi e la lavorammo con un alambicco. Separammo l’ acqua distillata dai residui. Ad una misurazione BOVIS l’ acqua distillata risultò pari a 0 mentre il pulviscolo rimanente non superava i 3000 BOVIS. Alla fonte l’ acqua di Nitrodi risulta caratterizzata da ben 14000 BOVIS, valore che rimane inalterato anche per lunghi periodi di tempo in contenitori di plastica senza che in essi nasca una qualsivoglia reazione negativa per l’ acqua e la sua potabilità anche se consigliamo sempre di travasarla in bottiglie di vetro in modo da esaltarne il sapore (sarebbe interessante misurare in BOVIS l’ energia contenuta dai prodotti creati con quest’ acqua). Personalmente siamo arrivati a conservarla in plastica per ben due mesi senza che nulla accadesse. Per quanto riguarda le sacerdotesse può ritenersi verosimile la pratica solo a mezzo loro senza però escludere la presenza in loco di medici impegnati in altri compiti. La Sibilla Cumana ne potrebbe essere un esempio ben chiaro. Soffermandoci sulle erbe possiamo ipotizzare che esse avessero qualità ben differenti rispetto a quelle cresciute lontano dalla fonte di Nitrodi. Se volessimo tenere in considerazione le informazioni apprese riguardo al luogo della fonte, non possiamo negare che il terreno possa avere influssi energetici molto ben diversi dai terreni del resto dell’ isola. In poche parole il rosmarino ed il timo in quel luogo dovrebbe essere “diversi” dal normale. Riguardo poi alla testimonianza di Jasolino sembra che veramente l’ acqua allunghi la vita. E’ ovvio che non è possibile comparare la nostra quotidianità a quella in cui i nostri antenati vivevano. Gli alimenti consumati quotidianamente erano diversi dai nostri e non è illogico pensare che all’ epoca l’ acqua accentuasse uno stile di vita fatto di alimenti semplici e genuini. Il nostro consiglio è quello di prendere consapevolezza di questi doni. Noi ischitani siamo fortunati ma se non ci rendiamo conto della sacralità del nostro territorio a che servono? Una volta un angelo disse: “Donate il vostro amore gli spiriti della natura, agli elementali e vedrete i loro doni inondarvi l’ anima”.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , .

Ufo a Sant’ Alessandro 22 Aprile 2016

Nuovo Documento di Microsoft Word

 

 

Una nostra amica fidata ha voluto rendere noto attraverso la sua testimonianza un avvistamento UFO avvenuto l’ altro ieri in zona Sant’ Alessandro ad Ischia. I fatti accaduti sono i seguenti:

Verso le ore 23:00 circa la nostra amica veniva svegliata da una forte luce rosso scuro che penetrava nella sua camera da letto affacciante sulla baia della Spiaggia degli inglesi. All’ aprire la finestra, nota chiaramente un globo luminoso sopraggiungere da quella direzione verso Sant’ Alessandro lasciando dietro di se una scia di colore bianco/arancione. L’ oggetto volante ha presentato fin da subito caratteristiche innaturali tali da escludere un qualsiasi fenomeno naturale o derivante da fuochi di segnalazione di tipo marittimo. Infatti la nostra amica, approfittando della lenta andatura dell’ UFO, si porta alla finestra affacciante sul parcheggio sito in curva (quindi dal lato opposto) potendo così seguire con la vista la direzione di movimento dell’ oggetto volante. Dopo circa 2/3 minuti, si vede l’ UFO atterrare ai margini del bosco facilmente distinguibili guardando l’ Epomeo dalla curva di Sant’ Alessandro. Appena atterrato l’ oggetto volante divenne “invisibile” e di conseguenza non più luminoso. Si invitano ulteriori testimoni a farci partecipi di eventuali testimonianze e/o dettagli in merito a quest’ episodio avvenuto in un ora certamente non tarda. La zona interessata è particolarmente popolata e nella notte una luce rossa sarebbe stata facilmente notata. Anche in forma anonima eventuali testimonianze saranno ovviamente ben accette.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , .

Chiarimenti

28042010267.jpg

Vogliate scusarci per “queste poche righe” ma è bene fare chiarezza su alcuni punti. Tutto nasce da un episodio accaduto poco tempo fa quando una coppia di lettori di Treviso, con in mano la copia di “Epomeo figlio di Agarthi”, si è recata sulla cima dell’ Epomeo (parliamo di qualche giorno fa). Giustamente ha trovato riposo e refrigerio al ristorante “La Grotta” lassù in cima. Alla domanda fatta dai nostri alla proprietaria del ristorante,si sentono rispondere che lassù non c’è nessuna “porta”. I tanti anni vissuti in quei luoghi senza aver visto o sentito nulla sarebbero già una prova più che sufficiente. Fin qui nulla di strano. E’ opinione personale e la si può accettare. Seppur indirettamente, la conversazione mi è stata riferita da un mio parente presente in quel momento che mi ha fornito ulteriori particolari su cui però bisogna fare chiarezza. In primis, e siamo nel 2010, il manoscritto del libro venne ahimè proposto allo stampatore GRAUS che alla modica cifra di 4000 euro decise di stampare il libro. Dopo aver pagato faticosamente questa cifra esorbitante mi vennero consegnate 350 copie faticosamente (ed a mie spese) distribuite in tutta Italia in quanto erano in molti a scriverci in merito alla non facile reperibilità del libro. In ogni caso le copie sono andate esaurite solo tre mesi fa circa. Il “Signor” Graus non ha mai voluto versare un solo centesimo di euro per le copie da lui vendute facendo orecchie da mercante verso qualsiasi richiesta fattagli in merito. Da email ricevuta da una nostra lettrice, si viene a conoscenza che già l’ inverno scorso tutte le copie del libro in suo possesso risultavano esaurite. Per tale motivo vorrei rispondere alla Signora che se c’è una persona che disonestamente si è arricchita grazie alle nostre esperienze ed al nostro lavoro quello è proprio lo stampatore GRAUS e sfido chiunque a dimostrare il contrario. Fortunatamente non saranno questi individui che fermeranno il nostro lavoro. Chi ci conosce sà che siamo sempre stati a disposizione di chiunque si fosse trovato nelle condizioni di doverci fare ulteriori domande sul contenuto del libro, arrivando addirittura ad organizzare delle vere e proprie scampagnate in montagna e tutto senza nulla a chiedere. Nessun ringraziamento è stato ricevuto dalle amministrazioni locali incluse le varie pro loco per l’ enorme pubblicità fatta a favore delle bellezze della nostra isola. Ma questa è cosa caratterizzante di chi vive di turismo ad Ischia nella stragrande maggioranza dei casi. Chissà quanti turisti vengono ad Ischia per cercare la loro strada interiore. Posso rispondere senza sbagliare dicendo che sono migliaia in un anno e certamente vengono e verranno senza tirare in ballo il mio libro. Forse alla Signora del ristorante potrei suggerire di guardarsi meglio intorno e vedere dove realmente vive. Magari pensando come mai tutta questa gente da varie parti del mondo si prendono la briga di intraprendere un viaggio così lungo per arrivare fin lassù, proprio dove lei da anni vive e lavora. Non aspettatevi di trovare una porta intesa come quella di casa vostra con tanto di maniglia. Non aspettatevi che il sottoscritto vi accompagni fino in cima dicendovi: “Entra”! Chi è destinato ad avere certe esperienze le avrà e sarà il destino ad intrecciare la trama che lo porterà ad averle. Ai due turisti di Treviso avrei ANCHE  suggerito di fermarsi dagli amici di “Epomeo in sella” o fermarsi anche al “Ristorante Olimpo” oppure all’ “Agriturismo Santa Maria al Monte” dove avrebbero trovato persone che “parlavano la loro lingua di Luce” ma non importa. Verranno e ne siamo certi. La ricompensa più grande che abbiamo ricevuto in questi anni non è stata quella economica, assolutamente, ma le persone che in un modo o nell’ altro ci hanno fatto partecipi della loro esperienza positiva all’ Epomeo, in perfetta armonia con quanto riportato nel libro. Noi abbiamo solo avuto il coraggio per così dire di rendere note certe cose che in molti ad Ischia già sanno. E colgo occasione per rispondere a taluni quando affermano che ad Ischia non ci sono persone in cammino verso la Luce, dove è difficile vivere per coloro che si risvegliano, per coloro che vogliono vivere la propria realtà quotidiana in maniera diversa. Ebbene niente di più falso. Ad Ischia abbiamo conosciuto persone fantastiche con la quale ogni giorno lavoriamo per la Luce e con la Luce. Libro o non libro.  Ritornando alla conversazione non penso poi che quando Roberto Giacobbo con la sua troupe di Voyager salì all’ Epomeo fu accolto con le stesse “parole”. Alla Signora del Ristorante vorrei dire che ci ha avuto già ospiti l’ anno scorso presso la sua struttura, dove siamo stati accolti con gentilezza e professionalità e dove ci siamo trovati veramente bene. In quell’ occasione non ci siamo certo messi in luce per chi eravamo. Signora, si guardi intorno e si accorgerà di dove realmente vive. Agli amministratori locali diciamo che possono continuare a dormire perché chi è destinato a venire ad Ischia lo farà in perfetto anonimato e carenza di informazioni come avviene a tutt’ oggi. Continuate a vantarvi di avere spiagge tutt’ altro che pulite, paesi in mano al caos e tonnellate di cemento al posto degli alberi e del verde in generale. L’ ultima cosa che vogliamo e che Ischia diventi una “piccola Lourdes” come disse una nostra amica. La montagna non lo permetterebbe ma almeno abbiate la decenza di non sputare nel piatto in cui mangiate o almeno informatevi quel poco per non fare tristi figure con chi viene interessato a certe cose. Infine vorrei precisare che non è mai stata nostra intenzione guadagnare un euro da tutta questa storia. Come disse qualcuno “la verità non ha un prezzo, deve essere solo diffusa”.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , , , .

Nettuno

Epomeo-3

 

La settimana scorsa uno scambio molto interessante di email avute con l’ amico Paolo di Ischia accese la mia curiosità nei confronti di un ipotesi ,condivisa da entrambi, riguardante quattro righe perse tra le pieghe del tempo. Tutto inizia con un trafiletto riportato da Carlo Fiorilli nell’ articolo intitolato “Ischia nel mito e nella leggenda” apparso sulla Rassegna Nazionale nel 1910. L’ autore, nel citare la stragrande maggioranza degli autori classici che parlarono della nostra cara Ischia, menziona (a buon ragione) anche Filostrato. Secondo costui, sulla vetta dell’ Epomeo sorgeva un tempio dedicato al Dio Nettuno che successivamente sappiamo divenuto il famoso eremo di San Nicola. Il lettore mi scuserà se non fornisco ulteriori dettagli in merito (non sono un letterato ma prometto di approfondire la cosa). La domanda dovrebbe sorgere spontanea: “perchè qualcuno si prese la briga di costruire con immense fatiche un tempio a Nettuno in cima ad un monte (788 metri s.l.m.) quando sarebbe stato più logico costruirlo in prossimità del mare?????????”. Probabilmente questa notizia riportata da Filostrato passò per poco veritiera ed effettivamente in molti non l’ hanno riportata negli scritti riguardante l’ Epomeo, sottoscritto compreso  (si veda il lavoro di Enrico Iacono su detto monte). La notizia potrebbe assumere un contorno reale se la inserissimo nel contesto “ufologico” moderno. Ipotizziamo che in quei tempi remoti così come accade oggi qualcuno avvistava frequentemente oggetti volanti non identificati provenire dal mare e scomparire in prossimità della parete rocciosa al di sotto del picco dell’ Epomeo. Cosa avrebbe mai potuto pensare? Verosimilmente avrebbe attribuito quei fenomeni all’ unica divinità conosciuta legata al mare superiore a tutte le altre, ovvero il Dio Nettuno. Ecco allora che per omaggiarlo probabilmente si eresse il misterioso tempio consacrato a Nettuno sulla vetta. Poco meno di un mese fa, mi ritrovai all’ eremo con la mia famiglia. Fui felicissimo di sapere che l’eremo risultava aperto e visitabile. Non perdemmo occasione. Inutile dire che rimanemmo affascinati da tanto spazio, ma anche da un senso di pace e tranquillità difficilmente apprezzabile in altri luoghi. Poco prima di lasciare quei luoghi, non mancai di usare il mio rilevatore di campi elettromagnetici K-II, utilissimo per indagini sul paranormale. Ebbene giusto due metri prima di entrare nell’ eremo, il segnale rilevato fu massimo ed il segnale aumentava se mi spostavo verso il vuoto posto alla mia sinistra dinanzi all’ entrata laddove ora è posta una rete metallica……

eremodisannicola

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

Mikael, per Napoli sulle tracce di un Arcangelo tra esoterismo e mistero – In vendita su EBAY ed AMAZON

Dopo due anni vede la luce il libro “Mikael, per Napoli sulle tracce di un Arcangelo tra esoterismo e mistero” che raccoglie la prima parte di una ricerca ancora in corso.

Tutto parte da alcuni ricordi e da particolari esperienze esoteriche scaturiti dopo la visione del film VITRIOL ad opera del misterioso medaglione al centro della storia. Sebbene non si puo’ affermare con certezza se esso sia originale o falso, le esperienze ed i ricordi vissuti sono reali tanto da portarmi a Napoli ed intraprendere personali ricerche attraverso alcuni importanti luoghi di culto. Incredibili coincidenze si sono venute a creare in quegli anni ed entita’ ancora senza nome continuano a far sentire la loro presenza. Il finale momentaneo di questa prima parte ha dell’ incredibile. Il vissuto e’ realta’ o frutto della suggestione? Chissa’…..

Il libro, causa auto pubblicazione e’ purtroppo messo in vendita al prezzo di 17 euro. Di seguito i link:

http://www.ebay.it/itm/262028646834?ssPageName=STRK:MESELX:IT&_trksid=p3984.m1555.l2649

http://www.amazon.it/Mikael-Napoli-Arcangelo-esoterismo-mistero/dp/B01540EAOM/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1441829893&sr=1-1&keywords=mikael+NAPOLI

Mikael

 

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , , .

Epomeo figlio di Agarthi – Nuova ristampa in vendita su EBAY

vlcsnap-2015-09-02-04h16m29s765

 

 

Da oggi è possibile acquistare sulla piattaforma EBAY la nuova ristampa del libro Epomeo, figlio di Agarthi così come pubblicizzato dalla nota trasmissione Voyager.

Il libro, causa costi di auto pubblicazione, è in vendita al prezzo di 17 euro.

L’account di riferimento è 7602 salvatore

http://www.ebay.it/itm/262025060792?ssPageName=STRK:MESELX:IT&_trksid=p3984.m1555.l2649

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , .

UFO Ischia – Aggiornamenti

Con la (quasi) conclusione di questo periodo estivo ischitano, è doveroso fare un aggiornamento per quanto riguarda gli avvistamenti UFO che hanno caratterizzato i cieli isolani. Voglio ringraziare tutti coloro che in questi mesi mi hanno contattato a seguito di avvistamenti UFO, permettendomi di concludere questo resoconto sfociato in una mia personale teoria.

Durante il mese di giugno il Sig. A.C. Di Forio d’ Ischia, nel rientrare a casa con il motorino verso le 3 di notte, si ferma in prossimita del “Fortino” attratto da alcune sfere luminose in movimento sul pelo dell’ acqua. Essendo il “Fortino” parte integrante del lungomare foriano mi è chiaro che l’ avvistamento UFO rientra nella categoria esposta tra le pagine del mio libro. Secondo il nostro testimone, gli UFO erano ben quattro e tutti di colore rosso rubino. Direzione di provenienza mare aperto (settore occidentale dell’ isola) verso la costa. Dopo qualche minuto ed alcune manovre a zig zag sul pelo dell’ acqua, gli oggetti scompaiono alla vista. Occultamento? Immersione? Non ci è dato saperlo. Leggermente diversi sono gli avvistamenti di Luglio sempre interessanti il comune foriano. Anche in questo caso la direzione di provenienza è il mare aperto verso la costa ossia la spiaggia della Chiaia. Ben diversa l’ altitudine degli oggetti volanti. Vengono avvistati in cielo ad una considervole altezza. Scompariranno in prossimità di Santa Maria al Monte. I testimoni hanno espresso il desiderio di rimanere anonimi. Degni di nota anche gli avvistamenti UFO interessanti la zona sud occidentale dell’ isola. In prossimità della scannella vengono sistematicamente avvistati UFO uscenti dallo specchio d’ acqua antistante il costone roccioso per dirigere verso l’ Epomeo. Le segnalazioni ci giungono da turisti in vacanza presso la struttura turistica “Villa Lina” in località Campotese di Panza. L’ avvisttamento più eclatante che ha lasciato il segno però è stato quello di Succhivo d’ Ischia ai primi di Agosto. Un oggetto volante color rosso rubino muove a bassa quota dalla località “Scannella”, sovrasta il piccolo centro abitato e scompare alla vista dietro la montagna di Serrara! Testimoni dell’ avvistamento decine di turisti presenti nelle pensioni del paese. Cosa incredibile è stata la lunga scia rossa lasciata dall’ oggetto volante. Sempre quest’ estate sono venuto a conoscenza che due “sciamani” di fama internazionale da qualche anno a questa parte hanno eletto Ischia a propria dimora estiva; il primo sembra preferire la zona di Panza, dove riceve e pratica terapie ai propri “allievi” mentre il secondo sembra sia ospite di amici ischitani intenti a mantenerne l’ anonimato (a buon ragione). Entrambi, sebbene non sia riuscito a conoscerli di persona, hanno riferito ai propri amici ischitani che l’ isola è sede di un “portale” dimensionale. Verso dove non ci è ancora dato sapere. Ischia è risaputo, sembra essere divenuta terra di misteri. Ancora oggi ricevo segnalazioni provenienti da amici e simpatizzanti, spesso riguardanti anche casi misteriosi avvenuti negli anni passati. La cosa mi può far solo piacere e ringrazio quanti continuano a darmi fiducia. Dopo quattro anni, ed un accurato studio compiuto analizzando i luoghi di avvistamenti isolani, posso concludere senza sbagliarmi che il versante dell’ isola con il più alto numero di segnalazioni è senza ombra di dubbio quello occidentale. Un ampia zona tra la località “Scannella” fino al bosco di “Zaro” passando ovviamente per l’ Epomeo. Queste tre località, se posizionate su di una cartina geografica darebbero vita ad un “triangolo”. Ma non è tutto. Personalmente questo triangolo è da intendere posto in verticale e leggermente inclinato verso il Monte Epomeo e la cui base è da considerarsi sott’ acqua. Un triangolo appena descritto potrebbe a buon ragione essere considerato come un “accesso” ad un qualcosa che ancora ci sfugge. Tutto cò potrebbe spiegare anche la natura delle apparizioni Mariane di Zaro che, scusate ma è la mia personale opinione, di Mariano hanno ben poco. Esse possono benissimo essere immagini indotte da qualcuno o qualcosa grazie alle quali “rigenerare” le energie del luogo, ossia Zaro. In tempi classici poteva benissimo apparire Zeus o chissà chi altro. Oggi è diverso. Nulla di male accade, sia ben chiaro. Ma esotericamente parlando è cosa accertata il benefico influsso generato dalla preghiera, per non parlare dell’ Eggregora creata dai fedeli durante le apparizioni.

 

Nuovo OpenDocument - Testo

 

 

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

Il blog

A distanza di ben quattro anni dalla pubblicazione del lavoro “Epomeo figlio di Agarthi” e della deludente esperienza avuta con lo “stampatore” Graus, mi preme scrivere queste quattro righe per fare un punto della situazione. Prima di tutto voglio scusarmi con i lettori per la difficile reperibilità del libro; capisco che molti non hanno familiarità con le compravendite on-line e le librerie rimangono l’ unica alternativa. Mea culpa se a suo tempo non mi dedicai più approfonditamente alla ricerca di una casa editrice “seria”, che potesse credere nelle mie idee e nel mio libro, magari appoggiandomi laddove necessitavo. La distribuzione è stata scarsa e questo è un dato di fatto. Del resto è difficile trovare una casa editrice coraggiosa al punto tale da sfidare una “società” quale la nostra e rendere pubbliche certe informazioni. In questi anni i lettori hanno risposto, salvo alcuni casi, in maniera indifferente o quasi all’ argomento Terra Cava da me proposto; ben diversa è stata la reazione oltralpe. Ritornando a noi, creai questo blog per avere un punto di incontro, discutere e conoscere nuovi punti di vista o apprendere nuove informazioni. Ciò fu la risposta ad una casa editriche che relegò il mio lavoro alla posizione di “fanalino di coda” dell’ intero catalogo, quasi come se la vergogna e l’ ilarità generale potessero toccarla irrimediabilmente!. Dopo due presentazioni quasi deludenti, organizzate “molto sciattamente” (In entrambe la presenza della casa editrice è stata NULLA, abbandonato alle mie sole forze ed all’ aiuto di amci, vorrei farVi vedere le due locandine stampate per quelle occasioni dalla “casa” editrice….carta riciclata e stampa formato “bozza” con evidentissime e continue linee orizzontali dovute alla bassa qualità di stampa; alla fine  decisi di stamparmele personalmente)  decisi di non voler far più parte di un sistema corrotto e marcio, dove l’ apparenza risultò essere l’ unica cosa fondamentale. Decisi di chiudermi nel mio blog, raccontando le mie esperienze e le mie idee senza nessun tipo di vincolo o preconcetto. Da allora molte cose sono cambiate, ed in meglio. Non mi sono certo arricchito con il libro, anzi (dopo quattro anni non ho ancora visto un euro,)! Ad essere sincero ancora nutro dei forti dubbi sull’ effettivo numero di copie vendute (poche decine). Il mio ex caro editore mi fece solo pervenire un anonimo documento (a seguito di minacce legali) dove secondo lui erano riportate le copie vendute: senza dettagli ed in gran contraddizione con quanto apprendevo grazie alle segnalazioni dei lettori più vicini. Ciò non toglie che il libro “andava scritto” e i risultati sono arrivati (e continuano ad arrivare). La ricchezza di cui parlo ovviamente è una ricchezza “spirituale”; grazie ad esso la mia famiglia ha potuto incontrare persone straordinarie, dedite senza ombra di dubbio alla ricerca spirituale dalle quali continuo ad apprendere ancora oggi. Grazie al libro abbiamo avuto la possibilità di girare l’ Italia, venendo in contatto con realtà di cui prima ignoravamo completamente l’ esistenza. In special modo, grazie al libro, si è potuti crescere, ed arrivare al punto in cui si è oggi.

Se ne avrò la possibilità mi dedicherò alla stampa di una nuova edizione del mio lavoro, riveduta e migliorata. Se così non sarà mi rassegnerò all’ idea di far parte, ma sempre in maniera distaccata, di una società in cui conta solo far soldi, dove non sei un “addetto ai lavori” se il tuo lavoro non è presentato da trasmissioni quali “Mistero” o “Voyager” (idea tanto cara al mio ex editore).

Ringrazio quindi tutti coloro che continuano a seguirmi grazie al blog, ma anche grazie alla pagina facebook amorosamente gestita da mia moglie Daniela. In special modo ringrazio coloro che hanno voluto stringere un amicizia più concreta conoscendomi di persona.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , .