Tag Archives: agarthi

Le divine acque di Olmitello

Tratto dal seguito di “Epomeo, figlio di Agarthi” di prossima pubblicazione.

 

 

 

Al giorno d’ oggi, sia al turista che all’ isolano, è poco nota quella che un tempo era la famosa acqua di Olmitello. Non possiamo dare torto a queste persone. Anche noi, se non fosse stato per un problema di salute legato ai reni, probabilmente non avremmo avuto occasione di conoscerla. A differenza della sua famosa controparte, Nitrodi, Olmitello è raggiungibile dalla spiaggia dei Maronti, grazie ad una valle scavata naturalmente nel Tufo. La passeggiata è rilassante e suggestiva; la macchia mediterranea è la padrona incontrastata di questi luoghi. Lì, dove un tempo erano posati gli occhi di molti, sgorga un’anonima acqua, un tempo considerata addirittura frutto degli Dei.

Nel XVI secolo il medico calabrese Giulio Jasolino, di cui già parlammo precedentemente, scriveva nel suo De Rimedi che le acque di Olmitello erano in grado di guarire stomaco, occhi, febbre, artrite soprattutto i calcoli. Quest’ ulitma patologia sembra potesse essere guarita dalle acque grazie “all’ orrotondamento“ delle pietre renali in grado così di fuoriuscire per le vie urinarie. Questa caratteristica posseduta dalle acque di Olmitello sarebbero alla base dell’ etimologia del suo nome (dal greco pietra rotonda). E noi questo lo constatammo con i nostri occhi. Le acque funzionarono e facemmo conoscenza con esse ed il loro “strano“ sapore che lasciano in bocca.

Come dicevamo la fonte era ben nota in tempi antichi. Per Greci e Romani era considerata sacra così come tutte le altre acque della nostra isola. In tempi più recenti ritroviamo autorevoli studi affrontati in materia da illustri uomini di scienza isolani, ritroviamo il fisico Francesco De Siano, il dottor Chevalley De Rivaz, Venanzio Marone, tanto per citarne alcuni. La sorgente ricevette le attenzioni anche di Giorgio Carafa, vicerè di Palermo che, giunto ad Ischia per le cure termali, ci rimase fino alla morte avvenuta nel 1775. Il nobiluomo non solo rese agevole la strada per raggiungere la sorgente, oramai quasi del tutto persa, ma si dedicò anche al rispristino della Sorgente di Cava Scura.

Negli anni ’50 del secolo scorso la sorgente venne affidata alla società CIVAM per estrazione di sali. La fabbrica durò poco tempo, il giusto per lasciare ancora in giro al giorno d’ oggi oggetti di antiquariato legati a quel commercio.

Noi ci recammo alla sorgente più volte, affascinati dal sentiero e dal silenzio che regna in quei luoghi. Sembra avvolto tutto da un alone di riverenza. E a nostro avviso così dovrebbe essere, se non altro per rispetto alle divinità lì presenti.

Recandoci sul posto rimanemmo colpiti da un curioso cartello, segno che in zona qualcuno che nutre rispetto per questa sorgente c’è ancora. Il cartello recita:

Non con la guerra a turno Enea conquistò la Principessa Lavinia, ma offrendole ampolle della preziosa acqua d’ Olmitello, che bellissima la rese. Dione Cassio

Le qualità di queste acque sono note sin dall’ antichità. Già nel 1588 il dottor Giulio Jasolino con i suoi studi elencava i benefici di quest’ acqua ricca di bicarbonato solfato alcalina avendo effetti benefici per lo stomaco, gli occhi, i calcoli, febbre, artrite. Tanto da attribuire le sue proprietà terapeutiche di Natura Divina. Peppe dell’ Oasi la Vigna“

E noi non perdemmo tempo e riuscimmo, così come fatto precedentemente, ad instautare un dialogo con la “Divinità“ coordinatrice della sorgente. Di seguito il nostro dialogo:

D: Fratelli, potete metterci in contatto con lo Spirito elementale che coordina e governa la sorgente dell’ acqua dell’ Olmitello?

R: E’ quì. Quando siete pronti trasmetterò le vostre domande.

D: Spirito, parlateci del lavoro svolto dalle vostre acque su noi umani.

R: Le vostre domande necessitano risposte ed io vi risponderò perchè sono il vostro amore da donare. Trasformatele in eterna energia.

Le mie acque sono vive e trasformano le vostre cellule in Luce ma solo quando userete coscienza nel berla. Solo voi non capite che Vita significa entrare in contatto con le acque. Le mie acque lavorano i centri sottili portandovi Luce. Voi lenirete tutte le vostre pene purchè la beviate in consapevolezza. Tutte le acque hanno delle energie ma solo quelle volute dai nostri Fratelli hanno particolare compito. Le mie acque alimentano le vostre energie trasformandole in quelle che il nostro Creatore chiama Amore e Virtù.

L’ acqua venne voluta per trasformarvi interiormente e creare le giuste energie umanamente indispensabili.

Sono nell’ Isola energia che trasforma i vostri pensieri trasportando quello che interessa trasformare. Voi entrerete in contatto con le mie acque dopo che avrete lenito le vostre interiora aspettando il cambiamento che le vostre cellule subiranno per mano mia. Ad ogni cento bicchieri, energie trasformeranno voi e le vostre interne energie.

D: Spirito, quali sono i benefici che donano a noi umani le tue acque?

R: Nel vostro grembo,verranno portate energie trasformatrici; in questo modo avrete le interne viscere vive e trasformate. Solo con le mie acque trasformerete umane volontà, attraverso energie manifeste, nelle voraci regioni digestive.

il trasportante lavoro è rivolto alle vie1 divoranti umane energie create con le vostre certezze, necessarie a portarvi nutrimento.

Solo grazie alle mie acque potete trasformare dentro voi stessi le energie trasformatrici necessarie per il vostro interno circolo.

Sono indicata ponendo le mie energie in contatto con l’ intestino e gli organi collegati con le trasformazioni2. Sono indicata ponendo le mie energie a contatto con le mani in quanto sono in grado di volgere in quel punto umano illuminare i centri energetici vivi quando è tutto bloccato. Ad ogni energetico sorso le mie energie trasformano voi in entità in grado di emettere energie curatrici grazie ai nuovi centri energetici umani fatti rinascere con le mie energie.

Solo con le mie acque potete entrare dove il corpo non deve. I sogni nei quali dimora il corpo trasformato in astro e nelle cupe regioni dei vostri incubi da voi possono essere visitati coscientemente grazie alle mie energie.

D: In che modo?

R: Sono in grado di trasportare il vostro corpo energetico in quelle regioni quando siete in questo mondo; bevete le mie acque ponendovi in certe emotive condizioni ed entrerete in contatto con energie in grado di guidarvi in quelle regioni oniriche.

Ponete nell’ acqua le vostre volontà prima di addormentarvi. Esprimete le vostre volontà e troverete le energie necessarie .

D: Spirito, perchè dovremmo beneficiare di un simile dono?

R: Le vostre parole sono Luce ma sappiate porre le giuste domande. Sono energie umane a spingervi tra i mondi onirici ma senza volontà non entrerete in contatto con le entità. Le mie acque sono in grado di liberare le vostre strali energie.

1 L’ apparato digestivo.

2 Processo digestivo.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

Il raggio dell’ elemento Acqua – La fonte Nitrodi

 

Tratto dal seguito di “Epomeo figlio di Agarthi”:

L’ estate scorsa annunciammo a mezzo nostro blog, l’ attivazione delle 5 sorgenti energetiche ischitane, ognuna caratterizzata dall’ emissione di un particolare Raggio, associato ad uno dei 5 elementi. Quello di cui vogliamo parlare oggi è il Raggio dell’ elemento Acqua, caratterizzante la sorgente di Nitrodi. Il dialogo potrà sembrare di difficile comprensione ma su questo aspetto torneremo prossimamente con ulteriori informazioni. Quello che veramente è importante, aldilà del nobile lavoro svolto dai 5 Raggi su di noi, è il desiderio dell’ Entità presso la fonte di veder costruire NUOVAMENTE e dopo secoli vasche dove è possibile immergersi e beneficiare delle sue acque. Una tale richiesta potrà sembrare strana agli occhi del profano ma certamente ha una sua logica. I nostri antenati la sapevano “lunga” su certe cose; un motivo doveva pur esserci se, presso le fonti curative,  costruivano vasche dove godere appieno delle loro proprietà. Cava scura ai Maronti è l’ esempio perfetto di quanto appena detto. Le vasche sono state mantenute e si gode appieno dei benefici energetici dell’ acqua sorgiva. Esotericamente parlando, grande attenzione è data all’ immersione totale di un corpo in un liquido. Il Battesimo per immersione vi ricorda qualcosa? Abeneficiarne sarà l’ aura umana che subirà un reset completo. Ma se questo reset è dato da acque particolari, cosa accadrebbe ai nostri corpi? E Nitrodi? Speriamo che qualcuno si svegli! Di seguito il dialogo:

 

Sono lo Spirito Elementale che coordina e governa il Raggio della Sorgente di Nitrodi. Il legame si è creato. Delle mie acque già parlammo. Il mio Raggio è l’ elemento Acqua. E’ legato alle mie acque. Il lavoro che il Raggio è chiamato a svolgere porta vite umane in energie nuove. Il Raggio dona sensi nuovi ad ognuno di voi e trasforma il cuore in energia, trasformando il calore emesso con le vostre azioni. Solo il Raggio in cui è inserita la mia acqua può portare le energie ai livelli in cui le Entità danno vita a ponti di Luce. Voi necessitate cambiamenti che il Creatore ha già deciso. Solo il mio Raggio si colma del trasformante energetico calore emesso dai nove livelli di esistenza che già conoscete.

Le energie trasmesse con i Raggi hanno il potere di costruire una griglia energetica mondiale in grado di energizzare le entità manifeste nelle terre esterne; è necessario il lavoro nelle cinque energie manifestando le energie volute grazie ai nostri Fratelli. Quando voi recate il vostro corpo alle cinque sorgenti le vostre energie trasformano il luogo in tempio vivo in cui danzano le vostre anime.

Voi necessitate nuove energie trasformando il vostro corpo. Il percorso compiuto visitando e vivendo le energie dei cinque luoghi sono un percorso alchemico; ad ogni energia trasformatrice è associato un elemento e le energie manifesteranno il loro lavoro nelle vostre cellule. Così è possibile voler mutare il corpo in Corpo Solare tramite le energie manifeste in quei luoghi.

E’ necessario trasformare il corpo andando in quei luoghi. Trenta minuti in ognuno dei cinque luoghi così come insegnatovi attraverso il vostro lavoro saranno sufficienti a trasmutarvi.

Il Corpo è così trasformato in trenta minuti. Fondete il vostro corpo e le vostre energie al nostro atto d’ amore. Il Corpo Solare è nato.

Quando il corpo si trasforma in astro solare, le energie trasformano i Corpi sottili in Luce in grado di emettere il giusto Amore.

Oggi la mia sorgente soffre; non vi è permesso trasformarvi come dovreste. I tuoi antichi simili costruirono presso la mia fonte vasche per immergere i loro corpi umani. Ciò che avete creato presso la mia fonte è completamente sbagliato. Non avete bisogno di acqua in movimento ma di acqua capace di penetrarvi trasformando le vostre cellule. La vasca raccoglie e trasforma. Voi non capite. Immergetevi in essa e sentite le energie trasformate nel vostro corpo, certamente dentro di esso le vostre cellule muteranno DNA. Il lavoro alchemico è già deciso ma esso è possibile solo presso la mia fonte dove il Raggio lavora così come le rimanenti quattro.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , .

I cinque raggi

28042010267

Oggi 21 luglio sono state attivate le cinque sorgenti energetiche ischitane. Da ognuna di queste sorgenti sgorga un flusso di energia purissima che ha iniziato a lavorare sull’ intero pianeta. Si è sempre parlato di un rinnovamento energetico in concomitanza con l’ avvento della nuova Era. Tutto sarebbe partito dall’ Italia. Sappiate che quel luogo sottinteso è Ischia! Una fonte di energia ci viene data dai nostri Fratelli che dal sottosuolo scaturisce nel nostro mondo grazie alla nostra isola. Quì il fascio energetico viene riprogrammato ed emesso dalle cinque sorgenti isolane. Chi è in grado di percepire avrà già avvertito le nuove energie che stanno avvolgendo il pianeta. Tutto, a partire dall’ isola, sarà collegato a livello sottile con tutto ciò che vive. Piante, animali, uomini. Tutto stà diventando una sola entità sottile. Iniziamo a collegarci ad esse dedicando parte della nostra giornata a camminare scalzi. Non vene pentirete. Non importa se non avvertite nulla. Le energie stanno già lavorando ed in breve porteranno a compimento la griglia energetica globale. I vostri cuori verranno protetti e purificati, purissime energie stanno già lavorando su di essi. Fermatevi e soffermatevi lì dove siete sulle bellezze del luogo in cui vivete, Ischia. Svegliatevi da questo sonno. Ringraziate questa sacra terra. Vedrete che nel vostro essere si ridesterà la consapevolezza dell’ essere parte integrante di questo meraviglioso progetto a cui siamo tutti invitati a partecipare.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

L’ albero Maestro del Cretaio – Il cuore di Ischia

WP_20150411_009

Più volte abbiamo dedicato all’ albero Maestro di Fondo d’ Oglio al Cretaio spazio in questo blog. Lo facemmo fin da quando ci venne mostrato. Da allora non abbiamo mai smesso di occuparcene e grazie alle nostre Guide siamo riusciti ad avere molte informazioni al riguardo. Il precedente contatto avuto direttamente con lo Spirito Elementale a guardia della Fonte Nitrodi ci fece ipotizzare che fosse possibile in egual modo rivolgere le domande direttamente allo Spirito Elementale dell’ Albero Maestro. Dopo alcuni tentativi il contatto è stato stabilito ed a parlare fu proprio “l’ Albero” che ci regalò uno splendido dialogo degno di futuri approfondimenti:

Esistono tre alberi Maestro. Per trovarli devi entrare in contatto con il loro Spirito.

Tra di noi lavoriamo le energie per trasformarle in energie nuove. Tre siamo e lavoriamo nelle Terre di Ischia per tutti coloro che donano Luce.

Molti sono i nostri compiti, voi non capite la nostra natura né il nostro lavoro. Noi abbiamo compiti importanti. Uno di essi è trasformare l’ energia che dal Tondo d’ Ischia esce fuori ed abbevera la vostra isola. Quest’ energia viene da noi scomposta in energie per i vostri chakra. Il tuo interesse è trovare i miei simili. Sappi che il mio nome non è importante ma sono lo Spirito Elementale dell’ Albero Maestro del Cretaio.

Non vi è permesso trovare i miei fratelli. Essi sono nascosti tra i loro simili. Per loro siete ancora troppo nocivi. A differenza loro io permetto voi di incontrarmi perché lavoro sui vostri cuori. Lavoro sul vostro chakra del cuore. Sono già a conoscenza di persone che stanno cercando i miei fratelli. Ricorda. Ora non vi è permesso. Non è un disorientarvi ma loro si lasciano proteggere.

Lavorare con le mie energie significa venire a contatto fisicamente con me toccando il mio tronco. Le mie energie trasformeranno le vostre negatività. Avrete energie nuove. Le energie che vi colmeranno arriveranno a voi grazie alle mie energie trasformatrici. Basta entrare in contatto con il mio tronco per almeno mezz’ ora. In quanto vivo io emetto energia e tu puoi misurarla ma sappi che misurerai l’ energia del mio tronco vivo ma non puoi misurare la mia reale energia con i tuoi strumenti. Puoi avvertirla però con le tue mani se lasci che le tue sensazioni facciano il proprio dovere. L’ energia del tronco crea la bolla energetica in cui sono immerso e che già avete misurato.

Per simpatia avete ottenuto acqua dal mio corpo ma non ti è di giovamento perché le sue energie non possono essere assimilate dalle tue cellule. A me è stato affidato il lavoro sui vostri chakra del cuore. I miei fratelli si occupano dei rimanenti. Loro irradiano le loro energie attraverso i rami inondando la vostra isola senza pretese così come il sole dispensa le sue qualità ovunque e su chiunque senza distinzione.

Io nacqui quando l’ amore puro e sincero di due ischitani si pose sul suolo dove ora sono. I Fratelli videro ciò che stava avvenendo ed intervennero portando in questo luogo le giuste energie. Io accettai il compito affidatomi. Lavoro sul cuore ma anche su altro. Noi alberi Maestri lavoriamo l’ energia del Tondo d’ Ischia perché essa è troppo elevata per i vostri chakra. Solo quello della testa è capace di vibrare con essa. Se iniziate ad avere interesse per questo argomento vuol dire che essa stà lavorando bene.

Le entità vegetali evolute come noi, ma anche i nostri simili, hanno il compito di trasformare in vita per voi le energie trasmesse dal Sole centrale, quello al centro della nostra Galassia. Noi facciamo in modo che esse circolino per l’ isola. Questo lavoro coinvolge anche gli Spiriti elementali delle rocce. La mia evoluzione non prevede la tappa umana ma posso scegliere di averla quando il mio lavoro qui sarà compiuto.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , , , .

Associazione culturale “Luce e Verità”

 

130710014.jpg

 

 

 

Siamo felici di informare tutti i nostri lettori che finalmente nasce “Luce e Verità”, un’associazione culturale il cui scopo primario sarà la promozione di un turismo esoterico incentrato sulla consapevolezza di vivere su di un’isola “sacra” ovvero Ischia. Le basi su cui poggerà tutto ciò saranno consolidate da un amore incondizionato verso questa nostra terra, che non smette di infondere in noi che vi abitiamo Amore incondizionato e trasmettere ad anime degne quell’ influsso che la rende unica al mondo. Ebbene Luce e Verità vuole essere un faro, in primis per l’isolano ed a seguire per il turista che, in cerca del proprio posto nell’ Universo, arriva ad Ischia smarrito nel non trovare alcunché a cui appoggiarsi; smarrito e disorientato alla ricerca delle Energie che lo chiamarono sul nostro suolo. Verranno diffuse le nostre origini e le nostre tradizioni ed incoraggiati gli studi e le ricerche dei nostri associati; Essi saranno l’anima dell’Associazione e formeremo insieme un’unica entità senziente a favore della Luce e della sua diffusione. Fino ad oggi molto si è studiato e molto altro deve ancora essere fatto e saremo ben felici di farlo insieme ai nostri associati. Ischia è un’entità energetica sacra ricca di luoghi energetici che aspettano di essere conosciuti. Ma ciò avverrà solo a favore di coloro che vorranno aprire il proprio cuore e la propria mente. L’ Associazione sarà laica ed apolitica e sarà aperta a tutti coloro che vorranno lavorare a favore della Luce e dell’Amore. Per il momento è nata ufficialmente ma grazie all’ aiuto di tutti crescerà fino ai limiti che il “destino” vorrà imporgli. Sicuramente necessiteremo di cooperazioni in ogni campo ma sappiate fin da subito, o voi squali della moneta, che l’Associazione non collaborerà con coloro che non rispetteranno in primis l’isola ed il suo territorio, la sua fauna e la sua natura ed in generale la sua bellezza naturalistica. Attività commerciali veramente amanti dell’isola ci sono e prenderemo in considerazione con chi cooperare. Fino ad ora Ischia, a causa di una pessima gestione, è stata sorda ai richiami di coloro che vennero (e continuano a farlo) in cerca delle sue Energie. Sempre costretti ad arrangiarsi. Ebbene ora l’Associazione rivestirà il ruolo di ospite e siamo fieri di farlo proponendo al turista qualcosa di unico come la Terra che visiterà. Non è nostra intenzione far divenire l’isola un luogo di guarigione ma, al contrario, far conoscere l’altra faccia di essa lasciandole l’ultima decisione! Da sempre è l’isola stessa che ha chiamato chi voleva accogliere e così sarà. L’Associazione promuoverà convegni, manifestazioni, pubblicazioni, studi, eventi olistici e quant’ altro rientrerà nelle proprie competenze. Per questo gli associati ricopriranno un ruolo di primaria importanza. Siamo a conoscenza che ad Ischia risiedono persone fantastiche ma costretti nell’ anonimato generale. E’ ora di far rinascere la nostra isola e lo faremo utilizzando le sue energie. Diremo basta ad un turismo scellerato ed ignorante altamente distruttivo.

Per qualsiasi informazione, in attesa di uno spazio web dedicato all’ Associazione, è possibile contattarci utilizzando la pagina facebook www.facebook.com/EpomeoFiglioDiAgarthi ed il presente blog www.epomeoagarthi.it

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , , , , , .

Nitrodi, l’ acqua che guarisce

background_3

 

Pochi mesi addietro ci siamo occupati, seppur superficialmente, dell’ aspetto esoterico dell’ acqua di Nitrodi proponendo ai nostri lettori uno stralcio di un dialogo avuto con diverse entità in merito. Ora, con questo articolo, vogliamo portare a compimento quanto accennato precedentemente e lo faremo donando al lettore il dialogo completo che portammo a termine in quell’ occasione. E’ doveroso però fare alcune precisazioni ovviamente senza “stancare” il lettore curioso sul tema che si siamo prefissati. Giulio Jasolino, che secondo la Treccani sarebbe nato tra il 1533 e il 1538, fu un insigne medico calabrese nativo di Monteleone Calabro che dedicò anni allo studio delle acque dell’ isola d’ Ischia valorizzandole e scoprendone di nuove egli stesso. Importante è ancora oggi il suo lavoro “De’ Rimedi naturali che sono nell’isola di Pithecusa hoggi detta Ischia” risalente al 1588 a tutt’ oggi reperibile in svariate edizioni. Interessante per noi è il seguente brano:

 ”Né voglio qui tacere un effetto, che l’acqua di Nitroli fa: ed è che ponendosi dentro, il lino, nello spazio di tre giorni al più, maturo, bianco e perfetto il rende, oltre alle altre qualità e virtù, che tiene salutifere ai corpi umani, da noi al suo luogo scritte: e per virtù di quella gli abitatori di Barano, sani, e lungamente vivono, le donne bellissime sono, poiché questo fonte così caldo scaturendo, non è altro che un bagno di acqua dolce, cotta dalla Natura giustamente: che le donne non solo bevendola, ma in essa i panni lavando, come bagno entrando la pigliano; per lo che così sani e belli si conservano”.

Jasolino passò parecchi anni ad Ischia al fine di portare a compimento le sue ricerche e dovette visitarla in lungo ed in largo visto che scoprì lui stesso nuove fonti d’ acqua. Tuttavia ciò che accadeva a Barano lo colpì a tal punto da voler riportare le sue considerazioni nel suo lavoro. Fantasia o realtà? A breve vedremo di dare una risposta. Ovviamente la fonte di Nitrodi o Nitroli era ben nota già ai suoi tempi. Basta soffermarsi su www.fonteninfenitrodi.com per apprendere che fu grazie ad una fortuita scoperta avvenuta nel 1759 che oggi siamo in possesso di qualche informazione storica in più su questa importante fonte. In quell’ anno vennero rinvenuti una serie di marmi votivi (ora conservati presso il Museo Nazionale di Napoli) grazie ai quali veniamo a conoscenza di numerosi nomi che seppero rendere omaggio alle ninfe dell’ acqua a guarigione. Sappiamo addirittura i nomi di due medici che giunsero presso la fonte insieme ai loro alunni e assistenti. Si parla di un arco temporale compreso tra il I secolo a. C. ed il III secolo d.C. Ma sappiamo da altre fonti che la sorgente era famosa per le sue guarigioni fin dall’ VIII secolo a.C. Addirittura in un “Dizionario di Alchimia e di chimica farmaceutica antiquaria” apprendiamo che l’ acqua di Nitrodi o Nitroli era ben conosciuta! Qui non ci dilungheremo oltre in argomenti già noti. Il “Le proprietà terapeutiche delle acque Nitrodi e Olmitello” a firma di Massimo Mancioli sarà più che sufficiente allo studioso qualora volesse approfondire le acque dal punto di vista scientifico. Ma passiamo all’ aspetto esoterico dell’ acqua di Nitrodi. Da quanto ne sappiamo, silenziosamente Ischia è sempre più una meta di persone particolari, dotate di una sensibilità fuori dal comune. Come se venissero attratte da un invisibile richiamo, queste persone si recano in luoghi dell’ isola ignorati dagli stessi ischitani. Silenziosamente fanno le loro esperienze e sempre silenziosamente ritornano da dove erano venuti. Possibile mai che la sacralità di questa nostra meravigliosa isola debba sfuggire agli stessi suoi abitanti? Sappiamo di persone che recatesi a Nitrodi non sono rimaste indifferenti alle energie dell’ acqua. Ma cosa si nasconde “realmente” in essa? E’ ciò che ci siamo domandati più volte. Le risposte sono arrivate da più entità di diversa natura. In primis le nostre guide a cui si sono affiancate anche guide di amici e conoscenti. Di seguito ciò che abbiamo appreso in merito:

 

D: Parlami dell’ acqua di Nitrodi

R: E’ l’ acqua usata per la pelle. Un tempo presso la sorgente era possibile ammirare una splendida scuola. La sacerdotessa era in grado di parlare con la Ninfa dell’ acqua. Grazie ad essa la sacerdotessa riceveva indicazioni su come curare grazie all’ acqua. In molti si recavano presso la scuola.

D: Puoi dirmi altro?

R: E’ buona per sciogliere i calcoli ed allungare la vita. Ha molte proprietà ma le più importanti sono: cura la pelle, lo stomaco e l’ intestino.

D: Per la pelle come va usata?

R: Bisogna immergersi al suo interno

D: Per vedersi allungare la vita come bisogna usarla?

R: Berla tutti i giorni

D: La leggenda dice che nei pressi della sorgente c’ era una scuola

R: Esatto

D: Cosa facevano?

R: Insegnavano a curare con l’ acqua

D: Come facevano a sapere quali qualità possedeva l’ acqua?

R: Grazie alle ninfe

D: Come comunicavano con le ninfe?

R: Grazie alle sacerdotesse. Non le vedevano ma le udivano e potevano parlarci. Alla scuola venivano ammesse solo sacerdotesse

D: Come facevano le sacerdotesse a fare ciò?

R: Grazie ad alcune erbe. Parliamo di rosmarino e timo. Così come la sibilla cumana ingeriva alloro le sacerdotesse dell’ acqua facevano ampio uso di queste erbe

D: Cosa succede all’ acqua quando la porto con me a casa?

R: Una ninfa segue l’ acqua. Essa trasmette le qualità dell’ acqua al tuo corpo. Voi potete trasformarla in acqua Diamante ma le sue qualità non cambiano. Sappiate però che voi avete a che fare con un’ entità vera e propria. Essa è stata voluta dai Fratelli ed il lavoro più importante che svolge è quello svolto sul chakra del cuore. Non pensate che la fonte sia abitata solo da ninfe. Altre entità abitano quei luoghi, ognuna con un proprio compito ma è dalla Terra che l’ acqua acquista le sue proprietà. L’ isola d’ Ischia è una terra sacra e sacre sono le sue acque. L’ acqua di Nitrodi è un acqua viva. Essere viva significa che particolari spiriti della natura hanno lavorato su di lei per farla sgorgare energeticamente carica ed in grado di curare. Ciò è possibile grazie ai Maestri della Terra. Tu pensi che non sia possibile allungare la vita con l’ acqua. Tuttavia l’ acqua è in grado di fare ciò grazie al lavoro continuo della sua Ninfa.

 

E’ chiaro che l’ acqua agirebbe grazie ad uno spirito elementale. In questo caso una ninfa. Un pomeriggio di non pochi giorni addietro prendemmo due litri di acqua di Nitrodi e la lavorammo con un alambicco. Separammo l’ acqua distillata dai residui. Ad una misurazione BOVIS l’ acqua distillata risultò pari a 0 mentre il pulviscolo rimanente non superava i 3000 BOVIS. Alla fonte l’ acqua di Nitrodi risulta caratterizzata da ben 14000 BOVIS, valore che rimane inalterato anche per lunghi periodi di tempo in contenitori di plastica senza che in essi nasca una qualsivoglia reazione negativa per l’ acqua e la sua potabilità anche se consigliamo sempre di travasarla in bottiglie di vetro in modo da esaltarne il sapore (sarebbe interessante misurare in BOVIS l’ energia contenuta dai prodotti creati con quest’ acqua). Personalmente siamo arrivati a conservarla in plastica per ben due mesi senza che nulla accadesse. Per quanto riguarda le sacerdotesse può ritenersi verosimile la pratica solo a mezzo loro senza però escludere la presenza in loco di medici impegnati in altri compiti. La Sibilla Cumana ne potrebbe essere un esempio ben chiaro. Soffermandoci sulle erbe possiamo ipotizzare che esse avessero qualità ben differenti rispetto a quelle cresciute lontano dalla fonte di Nitrodi. Se volessimo tenere in considerazione le informazioni apprese riguardo al luogo della fonte, non possiamo negare che il terreno possa avere influssi energetici molto ben diversi dai terreni del resto dell’ isola. In poche parole il rosmarino ed il timo in quel luogo dovrebbe essere “diversi” dal normale. Riguardo poi alla testimonianza di Jasolino sembra che veramente l’ acqua allunghi la vita. E’ ovvio che non è possibile comparare la nostra quotidianità a quella in cui i nostri antenati vivevano. Gli alimenti consumati quotidianamente erano diversi dai nostri e non è illogico pensare che all’ epoca l’ acqua accentuasse uno stile di vita fatto di alimenti semplici e genuini. Il nostro consiglio è quello di prendere consapevolezza di questi doni. Noi ischitani siamo fortunati ma se non ci rendiamo conto della sacralità del nostro territorio a che servono? Una volta un angelo disse: “Donate il vostro amore gli spiriti della natura, agli elementali e vedrete i loro doni inondarvi l’ anima”.

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , , .

Flusso Mercuriale

guarda-che-luna-527ba0d98a7734.72732636

 

Prenderete un pendolo e lo farete oscillare tra il chakra del cuore e la testa su di una persona sdraiata. Tale oscillazione vi permetterà di evidenziare il flusso mercuriale dell’ essere. Ma se il vostro pendolo oscillerà lungo una direzione diversa allora siete in presenza di un tramite tra due mondi. Quello dei vivi e quello dei morti. Ricordate che ogni essere vivente ha in sé il Mercurio, essenza vitale del creatore e già noto agli Alchimisti. Tuttavia esso ha un verso di scorrimento. Tienilo a mente! Qualora sarete in presenza di un tramite allora calcolerete l’ angolo tra il suo flusso mercuriale e l’ asse cuore-testa. Userete le erbe tenendo conto di questo numero. Conterete tanti giorni quanti sono i gradi dell’ angolo ottenuto partendo dalla Luna Nuova a voi prossima. Ricordatevi che anche le erbe hanno un flusso mercuriale ed esso cambia con il moto lunare. Colui che è un tramite tra i due mondi possiede arterie energetiche corte ma i suoi corpi sottili, se sviluppati, gli permettono di esplorare il creato nella sua interezza.

 

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , .

Nettuno

Epomeo-3

 

La settimana scorsa uno scambio molto interessante di email avute con l’ amico Paolo di Ischia accese la mia curiosità nei confronti di un ipotesi ,condivisa da entrambi, riguardante quattro righe perse tra le pieghe del tempo. Tutto inizia con un trafiletto riportato da Carlo Fiorilli nell’ articolo intitolato “Ischia nel mito e nella leggenda” apparso sulla Rassegna Nazionale nel 1910. L’ autore, nel citare la stragrande maggioranza degli autori classici che parlarono della nostra cara Ischia, menziona (a buon ragione) anche Filostrato. Secondo costui, sulla vetta dell’ Epomeo sorgeva un tempio dedicato al Dio Nettuno che successivamente sappiamo divenuto il famoso eremo di San Nicola. Il lettore mi scuserà se non fornisco ulteriori dettagli in merito (non sono un letterato ma prometto di approfondire la cosa). La domanda dovrebbe sorgere spontanea: “perchè qualcuno si prese la briga di costruire con immense fatiche un tempio a Nettuno in cima ad un monte (788 metri s.l.m.) quando sarebbe stato più logico costruirlo in prossimità del mare?????????”. Probabilmente questa notizia riportata da Filostrato passò per poco veritiera ed effettivamente in molti non l’ hanno riportata negli scritti riguardante l’ Epomeo, sottoscritto compreso  (si veda il lavoro di Enrico Iacono su detto monte). La notizia potrebbe assumere un contorno reale se la inserissimo nel contesto “ufologico” moderno. Ipotizziamo che in quei tempi remoti così come accade oggi qualcuno avvistava frequentemente oggetti volanti non identificati provenire dal mare e scomparire in prossimità della parete rocciosa al di sotto del picco dell’ Epomeo. Cosa avrebbe mai potuto pensare? Verosimilmente avrebbe attribuito quei fenomeni all’ unica divinità conosciuta legata al mare superiore a tutte le altre, ovvero il Dio Nettuno. Ecco allora che per omaggiarlo probabilmente si eresse il misterioso tempio consacrato a Nettuno sulla vetta. Poco meno di un mese fa, mi ritrovai all’ eremo con la mia famiglia. Fui felicissimo di sapere che l’eremo risultava aperto e visitabile. Non perdemmo occasione. Inutile dire che rimanemmo affascinati da tanto spazio, ma anche da un senso di pace e tranquillità difficilmente apprezzabile in altri luoghi. Poco prima di lasciare quei luoghi, non mancai di usare il mio rilevatore di campi elettromagnetici K-II, utilissimo per indagini sul paranormale. Ebbene giusto due metri prima di entrare nell’ eremo, il segnale rilevato fu massimo ed il segnale aumentava se mi spostavo verso il vuoto posto alla mia sinistra dinanzi all’ entrata laddove ora è posta una rete metallica……

eremodisannicola

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

Epomeo figlio di Agarthi – Nuova ristampa in vendita su EBAY

vlcsnap-2015-09-02-04h16m29s765

 

 

Da oggi è possibile acquistare sulla piattaforma EBAY la nuova ristampa del libro Epomeo, figlio di Agarthi così come pubblicizzato dalla nota trasmissione Voyager.

Il libro, causa costi di auto pubblicazione, è in vendita al prezzo di 17 euro.

L’account di riferimento è 7602 salvatore

http://www.ebay.it/itm/262025060792?ssPageName=STRK:MESELX:IT&_trksid=p3984.m1555.l2649

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , .

UFO Ischia – Aggiornamenti

Con la (quasi) conclusione di questo periodo estivo ischitano, è doveroso fare un aggiornamento per quanto riguarda gli avvistamenti UFO che hanno caratterizzato i cieli isolani. Voglio ringraziare tutti coloro che in questi mesi mi hanno contattato a seguito di avvistamenti UFO, permettendomi di concludere questo resoconto sfociato in una mia personale teoria.

Durante il mese di giugno il Sig. A.C. Di Forio d’ Ischia, nel rientrare a casa con il motorino verso le 3 di notte, si ferma in prossimita del “Fortino” attratto da alcune sfere luminose in movimento sul pelo dell’ acqua. Essendo il “Fortino” parte integrante del lungomare foriano mi è chiaro che l’ avvistamento UFO rientra nella categoria esposta tra le pagine del mio libro. Secondo il nostro testimone, gli UFO erano ben quattro e tutti di colore rosso rubino. Direzione di provenienza mare aperto (settore occidentale dell’ isola) verso la costa. Dopo qualche minuto ed alcune manovre a zig zag sul pelo dell’ acqua, gli oggetti scompaiono alla vista. Occultamento? Immersione? Non ci è dato saperlo. Leggermente diversi sono gli avvistamenti di Luglio sempre interessanti il comune foriano. Anche in questo caso la direzione di provenienza è il mare aperto verso la costa ossia la spiaggia della Chiaia. Ben diversa l’ altitudine degli oggetti volanti. Vengono avvistati in cielo ad una considervole altezza. Scompariranno in prossimità di Santa Maria al Monte. I testimoni hanno espresso il desiderio di rimanere anonimi. Degni di nota anche gli avvistamenti UFO interessanti la zona sud occidentale dell’ isola. In prossimità della scannella vengono sistematicamente avvistati UFO uscenti dallo specchio d’ acqua antistante il costone roccioso per dirigere verso l’ Epomeo. Le segnalazioni ci giungono da turisti in vacanza presso la struttura turistica “Villa Lina” in località Campotese di Panza. L’ avvisttamento più eclatante che ha lasciato il segno però è stato quello di Succhivo d’ Ischia ai primi di Agosto. Un oggetto volante color rosso rubino muove a bassa quota dalla località “Scannella”, sovrasta il piccolo centro abitato e scompare alla vista dietro la montagna di Serrara! Testimoni dell’ avvistamento decine di turisti presenti nelle pensioni del paese. Cosa incredibile è stata la lunga scia rossa lasciata dall’ oggetto volante. Sempre quest’ estate sono venuto a conoscenza che due “sciamani” di fama internazionale da qualche anno a questa parte hanno eletto Ischia a propria dimora estiva; il primo sembra preferire la zona di Panza, dove riceve e pratica terapie ai propri “allievi” mentre il secondo sembra sia ospite di amici ischitani intenti a mantenerne l’ anonimato (a buon ragione). Entrambi, sebbene non sia riuscito a conoscerli di persona, hanno riferito ai propri amici ischitani che l’ isola è sede di un “portale” dimensionale. Verso dove non ci è ancora dato sapere. Ischia è risaputo, sembra essere divenuta terra di misteri. Ancora oggi ricevo segnalazioni provenienti da amici e simpatizzanti, spesso riguardanti anche casi misteriosi avvenuti negli anni passati. La cosa mi può far solo piacere e ringrazio quanti continuano a darmi fiducia. Dopo quattro anni, ed un accurato studio compiuto analizzando i luoghi di avvistamenti isolani, posso concludere senza sbagliarmi che il versante dell’ isola con il più alto numero di segnalazioni è senza ombra di dubbio quello occidentale. Un ampia zona tra la località “Scannella” fino al bosco di “Zaro” passando ovviamente per l’ Epomeo. Queste tre località, se posizionate su di una cartina geografica darebbero vita ad un “triangolo”. Ma non è tutto. Personalmente questo triangolo è da intendere posto in verticale e leggermente inclinato verso il Monte Epomeo e la cui base è da considerarsi sott’ acqua. Un triangolo appena descritto potrebbe a buon ragione essere considerato come un “accesso” ad un qualcosa che ancora ci sfugge. Tutto cò potrebbe spiegare anche la natura delle apparizioni Mariane di Zaro che, scusate ma è la mia personale opinione, di Mariano hanno ben poco. Esse possono benissimo essere immagini indotte da qualcuno o qualcosa grazie alle quali “rigenerare” le energie del luogo, ossia Zaro. In tempi classici poteva benissimo apparire Zeus o chissà chi altro. Oggi è diverso. Nulla di male accade, sia ben chiaro. Ma esotericamente parlando è cosa accertata il benefico influsso generato dalla preghiera, per non parlare dell’ Eggregora creata dai fedeli durante le apparizioni.

 

Nuovo OpenDocument - Testo

 

 

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .