La bolla energetica ischitana

Come qualcuno avrà notato, circa quattro mesi fa, rilasciammo un intervista a Radio web 11.11, dove parlammo dei contenuti del primo libro ossia Epomeo figlio di Agarthi. Fra i tanti commenti ricevuti quella sera, che ci spinsero immediatamente in diretta a dire la nostra in merito, ce ne fu uno alquanto particolare, ricevuto da un caro amico che recitava: Mi sono connesso ad Ischia e c é una grossa bolla che difende la zona. Gli esseri di Ischia non sono contenti di questa trasmissione perché attira persone solo per la loro curiosità. Le trasmissioni devono essere destinate solo a persone direttamente ed interiormente di Ischia”.

Detta la nostra non ci pensammo più fino a qualche settimana addietro quando intrattenemmo una conversazione con un lettore ad Ischia su alcuni tempi molto interessanti. Non volle dirci il suo nome. Si presentò come Ergade.

Ci disse che sul finire del XIX secolo un gruppo di esoteristi ischitani, all’ indomani del devastante sisma che colpì l’ isola nel 1883, in un perfetto anonimato tipico dei grandi uomini che agiscono disinteressati a favore del prossimo si riunirono per portare a termine un potente rito di teurgia a favore dell’ isola intera attingendo energia dalle proprie radianze umane (certamente ad un livello non indifferente).

Chi siano questi uomini non ci venne detto, del resto eravamo abituati ad intrattenere conversazioni con persone particolari. Tuttavia ciò che crearono fu una “bolla” di energia eretta a protezione dell’ isola intera, terra già sacra da millenni. Uomini a cui dovrebbe andare il ringraziamento dell’ intera isola ma sono ancora molti gli ischitani addormentati ignari di ciò che effettivamente si troverebbe sotto i loro piedi….

Posted in Articoli & news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *