UFO Ischia – Aggiornamenti

Con la (quasi) conclusione di questo periodo estivo ischitano, è doveroso fare un aggiornamento per quanto riguarda gli avvistamenti UFO che hanno caratterizzato i cieli isolani. Voglio ringraziare tutti coloro che in questi mesi mi hanno contattato a seguito di avvistamenti UFO, permettendomi di concludere questo resoconto sfociato in una mia personale teoria.

Durante il mese di giugno il Sig. A.C. Di Forio d’ Ischia, nel rientrare a casa con il motorino verso le 3 di notte, si ferma in prossimita del “Fortino” attratto da alcune sfere luminose in movimento sul pelo dell’ acqua. Essendo il “Fortino” parte integrante del lungomare foriano mi è chiaro che l’ avvistamento UFO rientra nella categoria esposta tra le pagine del mio libro. Secondo il nostro testimone, gli UFO erano ben quattro e tutti di colore rosso rubino. Direzione di provenienza mare aperto (settore occidentale dell’ isola) verso la costa. Dopo qualche minuto ed alcune manovre a zig zag sul pelo dell’ acqua, gli oggetti scompaiono alla vista. Occultamento? Immersione? Non ci è dato saperlo. Leggermente diversi sono gli avvistamenti di Luglio sempre interessanti il comune foriano. Anche in questo caso la direzione di provenienza è il mare aperto verso la costa ossia la spiaggia della Chiaia. Ben diversa l’ altitudine degli oggetti volanti. Vengono avvistati in cielo ad una considervole altezza. Scompariranno in prossimità di Santa Maria al Monte. I testimoni hanno espresso il desiderio di rimanere anonimi. Degni di nota anche gli avvistamenti UFO interessanti la zona sud occidentale dell’ isola. In prossimità della scannella vengono sistematicamente avvistati UFO uscenti dallo specchio d’ acqua antistante il costone roccioso per dirigere verso l’ Epomeo. Le segnalazioni ci giungono da turisti in vacanza presso la struttura turistica “Villa Lina” in località Campotese di Panza. L’ avvisttamento più eclatante che ha lasciato il segno però è stato quello di Succhivo d’ Ischia ai primi di Agosto. Un oggetto volante color rosso rubino muove a bassa quota dalla località “Scannella”, sovrasta il piccolo centro abitato e scompare alla vista dietro la montagna di Serrara! Testimoni dell’ avvistamento decine di turisti presenti nelle pensioni del paese. Cosa incredibile è stata la lunga scia rossa lasciata dall’ oggetto volante. Sempre quest’ estate sono venuto a conoscenza che due “sciamani” di fama internazionale da qualche anno a questa parte hanno eletto Ischia a propria dimora estiva; il primo sembra preferire la zona di Panza, dove riceve e pratica terapie ai propri “allievi” mentre il secondo sembra sia ospite di amici ischitani intenti a mantenerne l’ anonimato (a buon ragione). Entrambi, sebbene non sia riuscito a conoscerli di persona, hanno riferito ai propri amici ischitani che l’ isola è sede di un “portale” dimensionale. Verso dove non ci è ancora dato sapere. Ischia è risaputo, sembra essere divenuta terra di misteri. Ancora oggi ricevo segnalazioni provenienti da amici e simpatizzanti, spesso riguardanti anche casi misteriosi avvenuti negli anni passati. La cosa mi può far solo piacere e ringrazio quanti continuano a darmi fiducia. Dopo quattro anni, ed un accurato studio compiuto analizzando i luoghi di avvistamenti isolani, posso concludere senza sbagliarmi che il versante dell’ isola con il più alto numero di segnalazioni è senza ombra di dubbio quello occidentale. Un ampia zona tra la località “Scannella” fino al bosco di “Zaro” passando ovviamente per l’ Epomeo. Queste tre località, se posizionate su di una cartina geografica darebbero vita ad un “triangolo”. Ma non è tutto. Personalmente questo triangolo è da intendere posto in verticale e leggermente inclinato verso il Monte Epomeo e la cui base è da considerarsi sott’ acqua. Un triangolo appena descritto potrebbe a buon ragione essere considerato come un “accesso” ad un qualcosa che ancora ci sfugge. Tutto cò potrebbe spiegare anche la natura delle apparizioni Mariane di Zaro che, scusate ma è la mia personale opinione, di Mariano hanno ben poco. Esse possono benissimo essere immagini indotte da qualcuno o qualcosa grazie alle quali “rigenerare” le energie del luogo, ossia Zaro. In tempi classici poteva benissimo apparire Zeus o chissà chi altro. Oggi è diverso. Nulla di male accade, sia ben chiaro. Ma esotericamente parlando è cosa accertata il benefico influsso generato dalla preghiera, per non parlare dell’ Eggregora creata dai fedeli durante le apparizioni.

 

Nuovo OpenDocument - Testo

 

 

Posted in Articoli & news. Tagged with , , , , , .

4 Responses

  • Amministratore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *