ROSIA MONTANA

8 Settembre 2013 – Romania, 2.500 in piazza a Bucarest contro miniera oro a Rosia Montana

 

Quello di cui vorrei parlare oggi grazie a queste righe è ciò che da qualche mese sta accadendo in Romania, principalmente a Bucarest dove migliaia di persone a più riprese sono scese in piazza. Il motivo, così come evidenziato nel titolo, è la possibile apertura del cantiere a Rosia Montana (questo il nome della città dove vorrebbero realizzare la miniera) che permetterebbe ad una società canadese – Gabriel Resources – di estrarre una quantità stimata di 300 tonnellate d’ oro e 1600 tonnellate di argento. Sebbene ci siano molti a favore di tale progetto grazie al quale si creerebbero posti di lavoro in zona per circa due decenni, sono migliaia coloro che si oppongono con evidente forza. Il motivo? Per avviare il progetto bisognerà radere al suolo ben quattro montagne senza contare l’ uso di cianuro nel processo di estrazione. Le accuse verso i parlamentari non si sprecano anche perchè sono in molti a credere che la Romania ci guadagnerebbe ben poco. All’ indomani della protesta dal Parlamento il primo ministro della Romania ha predetto che non darà il via libera al progetto, attirando sul Governo le ire della compagnia canadese che minaccia ricorsi legali. Massima solidarietà ai dimostranti. Ora qualcuno potrebbe domandarsi cosa mai può collegare un articolo del genere al restante contenuto del presente blog. Sono in molti a non essere consapevoli che, sebbene invisibili, intorno a noi ci siano entità ed esseri di luce di incredibile bellezza preposti ai più svariati compiti. Per non farla lunga ciò di cui voglio parlare sono i cosi detti “Deva”. Con tale termine, in sanscrito, vengono indicate Divinità o meglio esseri di luce. Nel nostro caso è bene sapere che ogni montagna (piccola o grande che sia) ha il suo Deva. Ogni essere vivente che abita la montagna sa che Egli protegge e mantiene vivi delicati equilibri. Pochi esseri umani hanno la capacità di entrare in contatto con Essi. In Italia secondo molti esoteristi, Il Deva che presiede il Monte Bianco è considerato il più importante (se mai tale aggettivo possa avere un qualche significato in questi casi). Anche il Vesuvio ha il suo Deva, da ringraziare fra le altre cose visto che è impegnato a frenare la prossima eruzione di cui tanto si parla. Pochi lo sanno ma è così e chi di dovere ne è ben a conoscenza. Ma ritorniamo a noi e alla nostra miniera. Abbattere ben 4 montagne e follia pura se analizziamo l’atto in se dal punto di vista spirituale. E’ triste riconoscersi così impotenti in casi del genere. Tuttavia si possono canalizzare le giuste energie nonchè i giusti pensieri verso un obbiettivo preciso. La nostra mente è uno strumento potentissimo e ben presto tutti capiranno che l’ uomo è creatore. Il nostro pensiero crea. Detto questo sono orgoglioso di poter accogliere il pensiero di Ada, una persona incredibile che ho avuto modo di conoscere. Molte sono le sue doti e le sue qualità. Ciò non toglie che Ada può benissimo essere considerata insegnante di Luce. Il suo grido a favore della Rosia Montana è chiaro e non ha bisogno di interpretazioni, in cerca di un cuore da risvegliare a favore dello scempio appena descritto:

 

L’ ORO E’ GIA’ DIAMANTE

Dedicato alla Rosia Montana e alla Madre Terra

Sapete che è sconosciuto il nostro cuore!

Sono senza casa le cantilene dei viandanti,

senza chioma gli alberi penitenti.

Il suolo arde con cuore d’ oro, e tu spegni la luce!

Invoco te o santo cuore

di poter riconoscere nel suolo

la terrena spinta vitale;

a procedere in solare stazione

entro al portale d’ oro,

semplicemente concedendo al cuore un ruolo,

quello di rendere grazie alla vita.

Onore al fuoco, alla trasformazione,

al diritto di essere stato scelto

come vitale magnifica incarnazione.

Diritto mi do di vivere con altezza solare,

chi toglie la sentenza darà spazio al vivere,

al brillare della luce solare che,

incandescente, brilla evidente.

Chi nega l’ evidente luminescenza

si spegne per dovuta legge di Dio.

Ecco, lo dico.

Brilla anche tu!

Ada

Colei che prega

Ero all’ oscuro dell’ intera vicenda, venni chiamato da Ada al fine di mettere nero su bianco queste parole. Non passarono che pochissime ore quando Ada mi richiamò per dettarmi altri pensieri, altre parole. In pratica un altro aiuto. Di seguito i suoi pensieri:

 

Ecco il cambio di potere,

L’oro vecchio perde la sua essenza di merce divina,

diventa materia vile.

L’oro terrestre, invece, compete le sfere celesti

ovvero caratterizza nel piano dell’ informazione sottile

tutta la Terra che da sopra contaminata viene.

L’oro riguarda il plesso solare

e la guida del popolo ora sente grave

la perdita del cuore nelle quattro montagne sacre,

piene di Sole e di cristalli.

Avviene un cataclisma quando esse da merce vengono trattate,

l’ oro assomiglia al cuore

e questo già dice tutto.

L’ amore per la gente diventa l’ ultimo dei pensieri.

Il popolo sta cedendo il cuore al grande carnefice.

Il suolo terrestre farà strazio di se

piuttosto che perdere il battito

che informa il rosso popolo infuocato

attivamente solare.

Invocare il Santo Padre

che connette Luce di sè

all’ umano destino

riconoscendo a Lui il fondamentale disegno

del cammino sul terreno passaggio

e non ai propri debiti Karmici.

Andiamo oltre le manifestazioni divinatoria-mente

poichè l’ uomo cambia la madre ogni volta che rinasce,

invece la Madre-Terra è sempre la medesima.

Sulla madre si respirano destini, incarnazioni,

storie dalle mille facce;

invece la Madre è colei che ama incondizionatamente,

è la fonte di ogni generazione,

fonte di ogni impulsiva-mente concepito motto,

fonte primordiale di ispirazione e fantastiche creature.

Madre invoca il fuoco, il cambiamento,

il cambio dell’ uva nel mosto,

la preparazione del Divino Pane e poi,

viene sacrificata anche dall’ uomo.

Madre Terra, regina del Tempio,

del respirato suono del fiato,

delle tombe dei giganti…..

Ada,

Grembo di Luce

Posted in Articoli & news.

2 Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *