Le “angeliche” acque della spiaggia di Cava Grado

Già nel XVI secolo, il medico calabrese Giulio Jasolino nel suo “De rimedii naturali, che sono nell’isola di Pithecusa, hoggi detta Ischia” dava informazioni in merito ad una sorgente d’acqua (e relativa arena) chiamata “Bagno del Gradone” poco distante dalla torre di S. Angelo. Il nostro la studiò e tenne a precisare che essa era buona per curare rogna e tutto ciò che fosse legato ai difetti della pelle oltre a gambe gonfie e vene dilatate.

Questa amena località spesso e’ poco ricordata. Eppure e’ uno dei luoghi più incantevoli di Ischia. Non penso che Jasolino facesse riferimento a qualcos’altro quando parlava di “Gradone”. Il nome “Cava Grado” e’ in uso ancora oggi e tra i due nomi c’e’ poca differenza. Solo chi conosce bene la spiaggia di Cava Grado può confermare ciò, soprattutto chi la conosceva già negli anni che vanno dal dopoguerra ai primi anni ’80.

Io l’ho frequentata fin dalla giovinezza, dai miei primi anni di vita essendo di quelle parti. Ricordo che si applicavano fanghi termali, c’erano delle vasche attrezzate ed in più punti sulla spiaggia erano presenti sorgenti d’acqua calda che riempivano vasche scavate nella roccia, spesso ricolme di sabbia per periodi più o meno lunghi. C’era un’interessante giro di correnti dinanzi la piccola baia della spiaggia. Esse permettevano alla sabbia di colmare questa o quella zona della spiaggia. Spesso emergevano le vasche scavate nella roccia ed in altri casi esse giacevano sotto la sabbia. Inoltre lungo la battigia la sabbia e’ sempre stata calda, così come in molti altri punti della spiaggia sotto il costone roccioso della spiaggia  libera. Il che lascia intendere la presenza di acqua sorgiva, anche lungo la battigia. In ogni caso le vasche scavate nella roccia tufacea sono ancora là, inclusa l’acqua calda. Ma non e’ tutto. Anche nella baia successiva, in direzione Sorgeto, esistono vasche scavate nel tufo che raccolgono acqua calda, anche se oggi giorno sono ricolme di massi caduti dalla parte rocciosa soprastante. In ogni caso, poco più in là, sempre camminando sugli scogli, e’ possibile trovare una vasca scavata nella roccia di modeste dimensioni dove l’acqua sorgiva raccolta supera i 40 gradi centigradi. E’ una spiaggia ricca di acqua sorgiva, questo e’ fuori ombra di dubbio. Per questo si e’ dato voce al dialogo che segue:

 

 

 

“Quante verità in questo colloquio ci sono. Io lo porterò verso energie a sostegno della Luce. Le mie acque sono in grado di trasformare le energie umane in Creatrici. Esse saranno umane trasformazioni. Ad ogni immersione, le mie acque vi forniranno le energie necessarie affinché possiate elevarvi verso quelle regioni Superiori che chiamate Emanazioni. Ad ogni immersione apporterete in voi il giusto energetico cambiamento in maniera tale da spostare energie in quelle regioni create dalle Coscienze Creatrici. Umane energie troveranno il necessario rinnovarsi. Sono le mie acque a donare il necessario per umane trasformazioni. Ponete le vostre energie a contatto con le mie acque. Spirituali cambiamenti sono possibili in esse. Voi nelle mie acque sarete trasformati in Creatrici energie in Terra. Umane entità trasformeranno le loro umane energie trasformatrici in Energie creatrici. Ad ogni immersione, nelle mie acque sarete Forza Spirituale rinnovata. Quasi nessuno ora volge energie in queste acque. Sono Vita e Luce. Creatrici Energie troveranno le trasformanti energie umane lasciargli posto. Ponete energie in queste acque. Sono vive. In esse Creatrici Energie lavoreranno in favore delle umane energie rinnovate. Voi le considerate ricordo ma un tempo erano Spirito in Terra. Erano il collegamento con Regioni Superiori. Voi nelle energie rinnovate troverete trasporto verso le Emanazioni, verso quei Mondi in cui donano Luce Entità d’Amore. Umane entità trovarono energie di queste acque. Fecero il necessario per entrare in esse. Ora sono poche le entità umane in grado di ricordare. Umane entità trassero vita in esse. Volgete energie in queste acque. Spirituali rinnovamenti troveranno vita e creature d’Amore sapranno immergere nei vostri corpi l’Amore necessario. Le mie acque sono in tutta la spiaggia. Ponete energie in questo umano luogo. Ogni trasporto in esso e’ creatrice cambiamento. Sono energie luminose quelle che sono presenti in questo umano luogo. Adesso sono in parte sommerse ma troverete in questo luogo trasporto luminoso.  Esse trasportano Vita e Luce. Ad ogni contatto troverete le energie in grado di spirituali trasformazioni. Umane entità trovarono queste acque, fonte energetica. Umane entità trovarono il creatrice lavoro. Nelle loro umane vite trasportarono vita rinnovata e Luce. Creavo il cambiamento.  Entrerete in queste acque in consapevolezza. Così facendo trasporterete Vita e Amore in voi”.

 

A questo punto e’ doveroso fare alcune precisazioni. Le Emanazioni di cui si parla non sono altro che le “Sephirot” componenti “L’Albero Sephirotico” tanto caro alla Cabbalah ebraica. Esse sono da molti considerate come veri e propri piani di esistenza “emanate in sequenza” dal Creatore al fine di immergersi sempre più nella materia e sperimentarne l’essenza. Così come noi abitiamo una parte della decima Emanazione così, nelle altre, esisterebbero entità fatte di solo Amore. Gli angeli. Ognuno caratterizzato da proprie virtù influenti l’Emanzione stessa in cui risiedono. Essendo tutto “collegato”, noi saremmo in grado di connetterci alle Emanazioni Superiori, beneficiando di ciò che risiederebbe lassù…. Ma questa e’ un’altra storia. E quella appena raccontata, del resto, e’ molto semplificata. L’acqua di Cava Grado si inserisce, con merito, in quel gruppo di acque “miracolose” ischitane tanto importanti a noi ed ai nostri Corpi Sottili.

 

Posted in Articoli & news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.