Giganti ad Ischia?

Il 20 maggio 1945 il canonico Francesco Iovene (Ischia 1902-1985) comunicò ai presenti il suo nuovo studio dal titolo “Una fase esplosiva durante l’ultima eruzione dell’Epomeo 1300-1303” pubblicata all’interno degli “Atti del Centro Studi Isola d’Ischia” relativi al periodo 1944-1970. E’ doveroso puntualizzare che parliamo di un uomo di scienza di tutto rispetto. Fu Canonico della Cattedrale e laureato in Scienze Naturali ed in Utroque Jure. Lavorò per alcuni anni all’Ufficio Vulcanologico del Vesuvio (Vedi: Raffaele Castagna, Tremila voci titoli immagini, pag.143).

Nello studio sopra citato, il nostro Canonico si dedica allo studio di una “formazione rocciosa di natura vulsinitica compatta e molto bollosa”, adiacente al bordo orientale della colata dell’Arso di natura “esplosiva”. Questa formazione rocciosa interessa anche località quali Sant’Antuono e San Michele (per uno studio più approfondito si rimanda il lettore al volume degli atti di cui prima).

Il nostro Canonico gira per le località interessate; ci dedica del tempo, approfondisce e studia. Leggendo il suo studio però non possiamo fare a meno di notare un trafiletto molto importante (per noi): “[…] nonostante sotto di essa si rinvengano, accanto ai reperti medioevali, anche utensili, lucerne ed altri manufatti di epoca romana, una cisterna romana tuttora esistente, numerose altre cisterne ovali e silos romani (nelle vicinanze di S.Michele) ed una tomba antichissima racchiudente uno scheletro colossale […]”.

A voi le conclusioni. Cosa volesse dire con la parola “colossali” non lo sapremo mai. Una cosa però è certa. L’Uomo di scienza non avrebbe mai lasciato quel misterioso reperto abbandonato a chissà cosa. Magari ora quello scheletro colossale giace nascosto chissà dove….un reperto storico inusuale che solo in pochi posso vedere. O magari no. E’ ancora lì ma nell’una o nell’altra ipotesi sicuramente non era solo!

 

 

 

Posted in Articoli & news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.